Ogni giorno siamo alle prese con attività, scolastiche o lavorative, che ci richiedono di mantenere
un certo livello di attenzione e concentrazione tali affinché l’attività stessa possa essere svolta adeguatamente e affinché il tutto possa adeguatamente essere rielaborato, memorizzato e all’occorrenza recuperato.
L’attenzione, la concentrazione e la memoria, necessarie quindi all’attività di apprendimento e di comunicazione, sono assicurate da un processo continuo di ricarica energetica che viene fornito dall’orecchio al sistema corticale.
È la stessa energia che consente alla persona di essere attiva, creativa, originale e capace di esprimersi in tutti i campi in modo adeguato: solo attraverso un orecchio aperto all’ascolto la persona è in grado di esprimere tutte le sue potenzialità.

attenzione,-concentrazioneQualora le nostre funzioni di ascolto siano compromesse per cause a volte anche emotive, l’energia corticale tende ad essere insufficiente compromettendo le attività che richiedono un apporto di attenzione e concentrazione maggiore. Il lavoro di educazione all’ascolto secondo il metodo del Prof. Tomatis permette un intervento utile sia in caso di disturbi lievi dell’attenzione che per specifiche problematiche di attenzione, concentrazione e memoria, che spesso si legano a comportamenti iperattivi nel bambino e a difficoltà nella sfera emotiva anche per gli adulti, causati della frustrazione accumulata per non riuscire a portare a termine un compito secondo delle aspettative.

L’audiopsicofonologia, nel considerare l’individuo nella sua globalità, si dà l’obbiettivo di riequilibrare le funzioni cognitive, di cui si sta parlando, senza escludere le funzioni corporee, emotive e comunicative poiché tutte insieme lavorano per l’integrità del sistema persona.